La felicità del cactus, di Sarah Haywood

La felicità del cactus, di Sarah Haywood

La felicità del cactus Book Cover La felicità del cactus
Sarah Haywood
Feltrinelli
04/06/2018
362

Sinossi

A Susan Green non piacciono le sorprese: vuole avere tutto sotto controllo. Con buona pace di famiglia e colleghi, che la trovano fredda e spigolosa. Ma la vita di Susan è perfetta... per Susan. Ha un appartamento a Londra tagliato su misura per una sola persona, un lavoro che soddisfa la sua passione per la logica e un accordo molto civile con un gentiluomo che le garantisce adeguati stimoli culturali, e non solo, senza inutili sdolcinatezze. Guai perciò a chiunque tenti di abbozzare un maggior coinvolgimento emotivo e di accorciare le distanze: Susan punge, come i cactus che colleziona. Eppure, si sa, la vita sfugge a ogni controllo. E l'aplomb di Susan inizia a vacillare quando deve fare i conti con un lutto improvviso e con la prospettiva, del tutto implausibile secondo lei, di una gravidanza. All'improvviso il mondo sembra impazzito, sia dentro che fuori di lei. Ma proprio quando Susan teme di non riuscire più a fare tutto da sola, riceverà aiuto dalle persone più impensabili. E l'inflessibile femminista di ferro, la donna combattiva e spinosa come i suoi cactus, si troverà a fiorire.

La felicità del cactus, di Sarah Haywood, è un romanzo allegro ed ironico la cui protagonista è una donna che si illude di avere tutto sempre sotto controllo.

Questo romanzo ha attirato la mia attenzione per due motivi:

  1. amo i cactus;
  2. amo le protagoniste atipiche.

Proprio come Susan, la protagonista di La felicità del cactus, personaggio tutt’altro che banale ma sopratutto ostinata e (diciamocelo) piuttosto fastidiosa.

C’è un metodo molto facile per scegliere l’abbigliamento giusto per ogni occasione. Primo: conosci te stesso. Io sono minuta e spigolosa, quindi sto bene con abiti semplici e aderenti. Secondo: quando compri qualcosa di nuovo, assicurati che si abbini con il resto del guardaroba. Terzo: ogni tanto dai un’occhiata alle pagine di moda sui giornali. Non sono contraria a seguire le ultime tendenze, se trovo che siano sensate. Potrebbe sembrare un atteggiamento frivolo, una perdita di tempo che non si addice a una donna seria come me. Invece è proprio per non perdere tempo a occuparmi del mio aspetto che ho messo a punto questo modus operandi che mi consente di essere sempre vestita bene e in modo adeguato. E naturalmente, applicando tecniche simili alla vita di tutti i giorni come cerco di fare io, si riduce il rischio di imprevisti.

Sarah Haywood ci regala una storia in cui chiunque si può ritrovare. Capita spesso infatti di chiudersi nei confronti del mondo e delle persone quando riceviamo le così dette “mazzate” dalla vita. E allora tutti diventano nemici e la nostra casa l’unico posto in cui ci sentiamo sicuri; diventiamo dei cactus pronti a pungere chiunque ci si avvicini. Fortunatamente però la vita non è mai una linea dritta e, con tutti gli imprevisti che ci dona, la speranza di cambiare è sempre dietro l’angolo.

La felicità del cactus: un libro che sicuramente susciterà tante risate, riflessioni e una valanga di sentimenti contrastanti nei confronti di una donna in cui tutti, chi più chi meno, siamo incappati almeno una volta nella vita.

Alla ricerca di protagoniste sui generis? Allora vi consigliamo di proseguire la lettura con la storia di Janis e il suo Diario di una squilibrata. 🙂

Tramite una donazione puoi aiutarci a mantenere vivo il blog dandoci la possibilità di aggiornarlo costantemente comprando nuovi libri, intervistando autori e seguendo gli eventi letterari che catturano il nostro interesse!


Lascia un commento