100 Storie della buonanotte per bambine ribelli: perchè sognare non basta mai

100 Storie della buonanotte per bambine ribelli: perchè sognare non basta mai

Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie. Ediz. a colori Book Cover Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie. Ediz. a colori
Francesca Cavallo, Elena Favilli,
Juvenile Nonfiction
2017
211

Sinossi:

C'era una volta... una principessa? Macché! C'era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n'era un'altra che diventò la più forte tennista al mondo e un'altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kahlo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e ritratte da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo. Scienziate, pittrici, astronaute, sollevatrici di pesi, musiciste, giudici, chef... esempi di coraggio, determinazione e generosità per chiunque voglia realizzare i propri sogni. Età di lettura: da 8 anni.

Ci sono libri che educano, alcuni insegnano un mestiere, altri divertono e commuovono, ma davvero sono pochi quelli che appassionano come le Storie della buonanotte per bambine ribelli.

Già dalla copertina Storie della buonanotte per bambine ribelli offre una panoramica affascinante e premette il suo valore nelle pagine interne che non deluderanno il più esigente dei lettori. Cento storie, tante quante sono le protagoniste raccontate come “bambine ribelli”, donne che hanno scelto di essere quel che sono, attraverso decisioni e azioni che hanno segnato la storia.

Il meraviglioso universo femminile raccontato nelle 100 Storie della buonanotte, diviene una dolce fiaba dove ogni bimbo/a può fantasticare ed immaginarsi come una delle tante protagoniste. Ogni pagina è un’avventura nella quale tuffarsi, un breve racconto che appassiona piccoli e grandi lettori. Le donne “ritratte” in questo delizioso volume, divengono dei modelli di riferimento che attraverso uno spaccato della loro vita penetrano i sentimenti puri dei bambini. Brevi biografie ma dal grande potenziale emotivo!

Storie della buonanotte per bambine ribelli: perché sognare non basta mai!

storie della buonanotte per bambine ribelli“alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia, e, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi.”

È questo forse il grande merito delle Storie della buonanotte per bambine ribelli, è un libro che riesce a far sognare e sappiamo tutti che è bello farlo ad occhi chiusi ma sicuramente più intenso ad occhi aperti!  Le autrici Elena Favilli e Francesca Cavallo hanno avuto il genio di raccontare 100 grandi personaggi e le loro storie di successo. Donne che amavano lo sport diventando campionesse, chi amava viaggiare, volare o guidare automobili, scienziate, regine, giornaliste, tatuartici, astronaute, cantanti, scrittrici; personalità in grado di ispirare tutte le donne del mondo.

storie della buonanotte per bambine ribelliGrandi storie avvincenti che si adattano perfettamente ai pensieri fantasiosi dei bambini, personaggi come ad esempio l’ex premier inglese Margaret Thatcher, detta anche “Lady di ferro”, ha di che raccontarsi per la sua incredibile vita. Storie di personaggi femminili che hanno avuto quello che dalla vita hanno esattamente preso con impegno e decisione.

Il libro oltre le storie raccontate, si arricchisce di preziose illustrazioni che offrono una rappresentazione visiva di quelle stesse storie, una sintesi fulminea che in un colpo sintetizza un’intera pagina del personaggio di turno. Storie della buonanotte per bambine ribelli è una “fiaba” sicuramente avvincente, che si racconta con 100 storie diverse, per questo piace molto ai bambini e seduce largamente i grandi.

Cento personaggi femminili che hanno in comune una vita e storia incredibile, com’è incredibile il successo di questo libro, non a caso scritto da due straordinarie donne!

In pillole

Acutamente costruito
Descrittivo
Continuamente vitale

Lascia un commento