Quello che resta del sole di Michela Galardi

Quello che resta del sole di Michela Galardi

Quello che resta del sole Book Cover Quello che resta del sole
Michela Galardi
Independently published
15 dicembre 2017
Copertina flessibile
176

Sinossi

"Non trovo un'altra definizione di quello che provo per te, è amore, nella forma più alta che esista, l'amore che non priva ma arricchisce, l'amore che non trattiene ma lascia liberi di volare, l'amore che non detta condizioni. Tu sei l'amore. E mi sento fortunata per riuscire a provarlo questo sentimento. " E’ l’amore per il proprio cane al centro di questo romanzo, totalmente basato su una storia vera. Una vacanza in camper in Sardegna, prende immediatamente un’altra piega e costringe la protagonista a vivere giorni di disperazione e speranza, gioia e dolore, ansia e pace interiore, giorni in cui presente e passato si intrecciano e viaggiano in parallelo, giorni in cui sogni e realtà si rincorrono per raggiungersi sul finale. I giorni più straordinari della sua vita.

Michela Galardi racconta una vacanza in Sardegna e l’addio all’amato cane Tens in “Quello che resta del sole”, un romanzo delicato e commovente

Un amore travolgente e profondo, così forte da riuscire a superare persino la morte. È questo il sentimento attorno a cui ruota “Quello che resta del sole”, il romanzo d’esordio di Michela Galardi. Nato inizialmente come una sorta di diario, il libro racconta l’ultima vacanza dell’autrice con l’amato cane Tens.

Chi ha avuto un animale lo sa: il legame con il proprio cane è qualcosa di speciale e unico, così forte che nulla lo può spezzare. Lo racconta bene Michela Galardi, in un romanzo delicato, intenso e a tratti drammatico, che ha il sapore di un tributo a Tens, l’amato quattro zampe rimasto accanto all’autrice per ben quindici anni.

Tens ha attraversato la vita di Michela e l’ha segnata in modo indelebile, vivendo con lei gioie e dolori, vittorie, ma anche sogni spezzati e prove difficili. Ne sono usciti insieme, più forti che mai. Lei non è ancora pronta a salutare il suo amico fidato, ma deve farlo.

Ed è così che una semplice vacanza in Sardegna, alla ricerca di relax e pace, si trasforma in una tragedia, mettendo l’autrice di fronte a quel momento che non avrebbe voluto vivere mai. Nella spiaggia dorata de La Caletta e nella pineta dove Tens ha vissuto la sua spensieratezza insieme a Michela, la sua essenza continua ad essere lì anche dopo la sua scomparsa, fra le rocce, il profumo di macchia mediterranea e il cielo blu.

Raggiunta la tanto desiderata La Caletta avevamo finalmente trovato tutto quello che cercavamo. La tua amata pineta, inalterata, con i soliti parcheggi all’ombra dei pini, la passeggiata che ti porta in paese, le famiglie con i tavolini e sedie sotto i pini che mangiano, chiacchierano, prendono il sole, dormono.

“Quello che resta del sole” è un piccolo capolavoro dedicato a chi ama gli animali e non solo. È un tuffo nell’anima della scrittrice, che qui si racconta senza filtri, spalancandoci le porte della sua vita, quella vissuta con Tens. In un gioco sottile fra passato e presente scopriamo la sua adolescenza, gli studi, gli amori, i successi sul lavoro, ma anche le cadute, i dolori e i rimpianti.

…l’amore che lega il cane al suo padrone è un qualcosa di sublime, che non si trova in nessun’altra forma di affetto. E’ un sentimento pulito, incondizionato, limpido, genuino. Il cane darebbe la propria vita per il suo padrone, ed in cambio chiede solo di stargli vicino. Non è sublime questo?

Attraverso le pagine di “Quello che resta del sole” traspare chiaramente il legame fra Michela Galardi e il suo Tens, l’empatia fra i due. Perché in un’esistenza piena di incertezze, di falle, di paure, l’unica certezza resta solo il proprio cane e quell’affinità di anime che si incontra una volta nella vita.

Sento tutto l’amore che provo per te esplodermi dentro. Fa quasi male.
Capisco in quel momento che l’amore per il proprio cane è un qualcosa che supera i confini di ogni convenzione.
Ti amo. E’ questa la verità.

Una storia autobiografica che si legge tutta d’un fiato, un racconto commovente e toccante che ci porta a navigare fra tempo e spazio per scoprire quanto speciale e meraviglioso era quel cane di nome Tens.

In pillole

Toccante
Ben strutturato
Emozionante

 


Lascia un commento