Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa – Luis Sepúlveda

Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa – Luis Sepúlveda

Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa Book Cover Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa
Luis Sepúlveda
Fiction
Guanda
2018-11-15T00:00:00+01:00
128

Le favole di Sepúlveda: oltre 3 milioni di copie vendute NOVITÀ ASSOLUTA Da una conchiglia che un bambino raccoglie su una spiaggia cilena, a sud, molto a sud del mondo, una voce si leva, carica di memorie e di saggezza. È la voce della balena bianca, l’animale mitico che per decenni ha presidiato le acque che separano la costa da un’isola sacra per la gente nativa di quel luogo, la Gente del Mare. Il capodoglio color della luna, la creatura più grande di tutto l’oceano, ha conosciuto l’immensa solitudine e l’immensa profondità degli abissi, e ha dedicato la sua vita a svolgere con fedeltà il compito che gli è stato affidato da un capodoglio più anziano: un compito misterioso e cruciale, frutto di un patto che lega da tempo immemore le balene e la Gente del Mare. Per onorarlo, la grande balena bianca ha dovuto proteggere quel tratto di mare da altri uomini, i forestieri che con le loro navi vengono a portare via ogni cosa anche senza averne bisogno, senza riconoscenza e senza rispetto. Sono stati loro, i balenieri, a raccontare finora la storia della temutissima balena bianca, ma è venuto il momento che sia lei a prendere la parola e a far giungere fino a noi la sua voce antica come l’idioma del mare.

Una squisita favola per grandi e piccini; vi sveliamo lo splendore dell’ultima fatica letteraria di Luis Sepúlveda; “Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa”.

“Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa” (Guanda Editore) di Luis Sepúlveda è una tenera carezza per l’anima, una poesia, una dolce coccola così profonda e unica da riuscire a farci riconciliare con un mondo sempre più frenetico e violento che rischia di farci perdere la bellezza delle piccole cose.

La convivenza tra uomini e animali, spesso armoniosa e talvolta purtroppo travagliata, emerge dalle pagine di questo libro. Amicizia, rispetto per le differenze e solidarietà sono alcuni dei temi affrontati nel corso della storia.

La minuscola sardina non attacca un’altra sardina, la lenta tartaruga non attacca un’altra tartaruga, il vorace pescecane non attacca un altro pescecane. A quanto pare gli uomini sono l’unica specie che attacca i propri simili, e non mi piacque questa cosa che imparai da loro.

Questa frase riassume in maniera chiara ed efficace le motivazioni per le quali vale assolutamente la pena leggere questa intensa ma delicata favola. “Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa” prende sin dalle prime pagine una forma espressiva e coinvolgente. La determinazione della penna di Sepúlveda dà voce alle emozioni più intime e autentiche: assaporare l’esistenza e viverla intensamente. Il rispetto per la natura, la fedeltà, la delusione si mescolano nell’offrirsi al lettore, con un misto di passione e dolcezza che sorprende piacevolmente.

“Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa”, la trama.

Un giorno qualsiasi d’estate, una conchiglia cattura l’attenzione di un bambino e da essa si leva un racconto di memorie e saggezza. E’ il richiamo della balena bianca, voce narrante di questa preziosa favola.

Era una conchiglia di loco, un mollusco squisito, con l’esterno ruvido, pietroso, e l’interno bianco come una perla. “Accostala all’orecchio e la balena ti parlerà” disse il piccolo lafkenche e si allontanò a passo svelto sulla spiaggia di ciottoli scuri.

Lo feci. E sotto il cielo grigio del Sud del Mondo, una voce mi parlò nell’antico idioma del mare.

“Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa” è un libro che consigliamo ai lettori di ogni età, è un volume che saprà rapirvi, sarete trascinati pagina dopo pagina dal ritmo incalzante della narrazione vivendo appieno i sentimenti e le emozioni di questa fiaba originale ma non fuori dal mondo.

Vi lasciamo in compagnia di un adorabile trailer del libro.

Il Natale si avvicina, avete già pensato cosa regalare ai vostri cari? Questo libro è un incantevole dono da mettere sotto l’albero per grandi e piccini!

Se vi piace il genere, vi consigliamo anche “Il cuore in una zampa” di Daniel Ladinsky; un piccolo capolavoro fatto di poesie e immagini. Buona lettura 🙂

Tramite una donazione puoi aiutarci a mantenere vivo il blog dandoci la possibilità di aggiornarlo costantemente comprando nuovi libri, intervistando autori e seguendo gli eventi letterari che catturano il nostro interesse!


Lascia un commento