Mirror Mirror di Cara Delevingne

Mirror Mirror di Cara Delevingne

Mirror Mirror Book Cover Mirror Mirror
Cara Delevingne, Rowan Coleman,
Fiction
De Agostini
10/10/2017
384

Sinossi

Niente è come sembra. La verità dello specchio è sempre capovolta. Red, Leo, Naomi e Rose. Quattro ragazzi diversi ma uniti da un’unica passione: la musica. È stata la musica a renderli non solo una band, i Mirror, Mirror, ma anche una famiglia. Inseparabili. Almeno fino al giorno in cui Naomi è scomparsa nel nulla e la polizia l’ha ritrovata in condizioni disperate sulle rive del Tamigi. Da quel momento niente è più stato come prima: uno specchio si è rotto e un pezzo si è perso per sempre nelle vite di Red, Leo e Rose. Perché Naomi era la più solare di tutti, l’amica migliore del mondo. Ma in fondo al cuore nascondeva un segreto... Un segreto inconfessabile che nemmeno Red aveva fiutato e che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. E mentre Rose si abbandona agli eccessi e Leo si chiude in se stesso, Red non accetta il destino dell’amica: ha bisogno di sapere, di capire. Che cosa ha ridotto Naomi in quello stato? Può davvero trattarsi di un tentato suicidio come crede la polizia? Per scoprire la verità Red dovrà trovare la forza di guardarsi allo specchio, conoscersi e imparare ad amarsi per quello che è. Perché, a volte, bisogna accettare che niente è ciò che sembra e che la realtà può essere capovolta. L’esordio nella narrativa della top model e attrice di fama mondiale Cara Delevingne, un romanzo dal ritmo serrato e dal finale mozzafiato. Una storia potente, provocatoria e indimenticabile che parla di amicizia e identità, ma soprattutto dell’insolubile conflitto tra quello che si è e quello che si finge di essere.

Mirror Mirror: romanzo d’esordio della mondialmente famosa supermodella Cara Delevingne, narra la storia di quattro ragazzi e della loro incredibile amicizia. Centralissimo il tema dell’adolescenza e dell’auto-accettazione.

cara delevingne mirror mirrorCara Delevingne (nata il 12 agosto del 1992) è, ad oggi, non una ma LA supermodella per eccellenza. Dopo aver sfilato per Versace, Fendi, Chanel, Burberry e molte altre, aver vinto due volte il titolo come “Modella dell’Anno“, essere diventata un’ottima musicista, doppiatrice ed attrice, ha deciso di stupirci ancora una volta nelle vesti di autrice.

Quando ho saputo dell’uscita di Mirror Mirror la prima cosa a cui ho pensato è stata: “che bello, Cara ha scritto la sua autobiografia!”. E invece no, come è ormai solita fare la bellissima top-model ci stupisce ancora con un romanzo che di autobiografico non ha proprio niente, scritto a quattro mani con Rowan Coleman, autrice di narrativa per ragazzi. Ammetto pure che a trarmi in inganno è stata anche la copertina del romanzo, in cui il nome dell’autrice è più grosso del titolo del libro (particolare come cosa…).

Ma passiamo al romanzo vero e proprio. Come prima cosa va specificato che il genere è assolutamente e totalmente un Young Adult. Questo è uno dei principali motivi per cui attribuisco a quest’opera 4 stelle invece di 3. Perchè? Perchè purtroppo, aimè, non rientro più nella  categoria “young adult”, sono una “immature adult” piuttosto. Scherzi a parte, credo che Mirror Mirror sia perfetto per un adolescente, sia per i contenuti, per lo stile fresco con cui è stato scritto e per i messaggi positivi che contiene.

Mirror Mirror: tanti messaggi positivi trasportati da personaggi complessi e multistrato che danzano creando una trama enigmatica e ben costruita.

Appassionati componenti di una band, Red, Leo, Naomi e Rose sono i 4 protagonisti di questo romanzo. La loro vita sembra scorrere normalmente come quella di qualsiasi altro adolescente, sino a quando Naomi scompare nel nulla e viene ritrovata poco dopo sulle rive del Tamigi in condizioni disperate. Per gli inquirenti si tratta di un tentativo suicidio, ma i suoi amici non ci credono. Da quel momento nulla nell’esistenza dei ragazzi sarà più lo stesso. Lo specchio si è rotto è non c’è modo di aggiustarlo, si può solo trovare il coraggio di guardarci dentro e di specchiarsi, per scoprire una realtà capovolta e spesso insensata.

mirror mirror

Il personaggio di Naomi, la ragazza che scompare misteriosamente all’inizio del romanzo, e che in seguito verrà poi ritrovata sulle rive del Tamigi, ricalca in maniera piuttosto smaccata Margo, protagonista del romanzo Città di Carta di John Green. Il collegamento viene facile anche perchè è stata la stessa Cara Delevingne ad intrepretarla nell’omonimo film.

È solo che avevo fatto l’abitudine a quel fondotinta bianco come la cera che spazzava via ogni traccia dei suoi lineamenti, trasformando il suo viso in una tela. I grandi occhi da manga, delineati dalla matita e accentuati dalle ciglia finte. Le lunghe sopracciglia che non c’entravano nulla con la loro forma vera. Un’adorabile bocca di rosa disegnata sopra le sue vere labbra e dipinta di rosso. Faceva tutto parte di Naomi, tanto che avevo smesso di cercare il suo volto reale. La vera Naomi era invisibile.

Nonostante i componenti del gruppo siano 4, la reale protagonista di questo romanzo è Red. Lei, i suoi drammi familiari, le liti con i genitori e la sua crescita fisica, personale e sessuale. Di fatti lei è anche l’unica voce narrante del romanzo, e questo sicuramente aiuta i lettori ad entrare più in sintonia con Red e con ciò che prova.

Mentre Rose, viziata e con un padre ricchissimo, ma assente, decide di lasciarsi andare agli eccessi, Leo, schiacciato dal fratello maggiore, si rifugia nel suo dolore. Toccherà a Red scoprire cosa è davvero successo a Naomi. Per farlo chiederà aiuto ad Ash, geniale hacker e sorella della sua amica.

Cara Delevingne, in questo avvincente romanzo, riesce ad intrecciare in modo magistrale le vicende umane (e personali) dei protagonisti.

Difficile non lasciarsi coinvolgere dalla lettura, che ci porta alla scoperta di una protagonista complicata, ma coraggiosa, che dovrà affrontare i suoi demoni per scoprire la verità. Ah, e tra l’altro è anche molto simpatica:

Pel di carota.

Ketchup.

Testa di cazzo.

Tutti simpatici nomignoli che mi hanno appioppato solo perchè ho i capelli rossi.  E non semplicemente rossi, ma anche ricci. Una massa di ricci rossi, ecco cosa mi ritrovo. Praticamente, è come se dalla nascita girassi con un cartello PICCHIAMI piantato proprio sulla testa. Rose mi ripete che potrei sistemarli e cerca sempre di spalmarmi qualche prodotto per lisciarli. No, bella mia. In più ogni tre giorni mi propone di tingermeli di nero. Ma io le ripeto che no, sono pel di carota, e dovete farvene tutti una ragione. E poi, se avessi i capelli scuri non potrebbero chiamarmi Red, che è la cosa più figa di me.

I caratteri e le storie dei personaggi sono ben tratteggiate. Vi affezionerete a Leo, il chitarrista dei Mirror, Mirror che, nonostante la bellezza e il successo con le ragazze, vive perennemente schiacciato dalla presenza del fratello, un delinquente che rischia di trascinarlo nel fango con lui.
Farete il tifo per Red che, da ragazza insicura ed invisibile, si trasformerà in un’eroina, e cercherete di entrare nella mente di Naomi, scoprendo una pagina dopo l’altra i suoi segreti più oscuri. Infine proverete più volte l’impulso di prendere a schiaffi Rose, che con le sue risposte pungenti ed il modo di fare insopportabile cerca di attirare l’attenzione di un padre assente, sposato con una donna giovanissima.

mirror mirror cara delevingneLondra, segreti, misteri e storie complicate: il primo romanzo di Cara Delevingne mescola perfettamente questi elementi tenendoci con il fiato sospeso sino alla fine. Perché gli specchi – come nota la scrittrice – sono ovunque: dentro e intorno a noi, bisogna solo trovare il coraggio di specchiarcisi e scoprire cosa c’è dentro.

 

In pillole

Trama
Personaggi
Coinvolgimento

 


Lascia un commento