Margot, la strega di Rothenburg – Monika M.

Margot, la strega di Rothenburg – Monika M.

Margot Book Cover Margot
Monika M.
romanzo storico
PubMe
11-04-2017
231

Sinossi:

Margot nasce nella Baviera del 1600 scossa dall'inquisizione. Più volte l'accusa di eresia sfiorerà la sua giovane vita, ma mai la paura l'avrà vinta sul suo temperamento ribelle. Se esser libere rende le donne streghe lei rivendica per sé questa condizione! Ostinata lotterà per la sua indipendenza ed ancor più per il suo unico amore.

Margot: il nuovo romanzo storico che tratta la tematica della caccia alle streghe scritto da Monika M.

 

Monika M. è nata a Roma nel 1976 e si racconta così:

Molti mi chiedono perché  io usi uno pseudonimo , ebbene , credo che per esser totalmente sinceri nella scrittura non ci si debba curar del giudizio altrui con una maschera la mente si libera da inutili fardelli, inoltre  credo  si debba legger senza preoccuparsi di chi dice, quanto  del cosa

Scrivo perché la mia anima da sempre è intrappolata in ambientazioni di epoca Vittoriana, in romanzi le cui pagine sono ancora intrise di passione e desiderio ed è lì con la mia scrittura che amo tornare, se il mondo me ne priva, la mia fantasia se ne impossessa ribelle, ancora ed ancora.

Amo il Medioevo tanto quanto il Rinascimento; la luce può esser percepita unicamente a contrasto con l’oscurità.

Non bramate di conoscermi , ho un caratteraccio , armatura indispensabile per anime fragili.

– Monika M.

Il suo nuovo romanzo, Margot, narra la storia di una ragazza che viene accusata di eresia. Seguendo le drammatiche vicende della sua storia il lettore verrà immerso nell’oscuro periodo scosso dall’inquisizione.

  • Presentazione del romanzo:
    Anno Domini 1592, Baviera.

    In un epoca in cui l’accusa di eresia era diffusa più del pane, molte donne si convinsero di esser Streghe. I motivi erano di diversa origine e natura, alcune dettate unicamente da allucinazioni per via delle sostante assunte consapevolmente e non, altre indotte da ignoranza o semplice fanatismo.

    L’antica conoscenza medica che ogni donna custodiva in se divenne motivo di accusa in una società in cui i monaci miravano a detenere non solo il controllo della salvezza delle anime, ma anche del corpo. Essere erboriste o levatrici era già un indizio di stregoneria e nella Germania sconvolta dai roghi dell’Inquisizione del 1600 la protagonista, Margot, nasce e cresce.

    Sin dalla sua nascita ella verrà travolta dalla superstizione che nelle povere anime albergava. Il terrore della presenza del maligno che in dettagli corporei si annidava, deformazioni fisiche o semplici macchie sulla pelle, erano sufficienti ad indurre sospetto e condanna.

    Tenace, curiosa e ribelle la bambina imporrà a se stessa il sapere come unica colpa per cui finire un giorno sul rogo, vivendo fuori da ogni conveniente tornaconto, amando colui che nessun’altra avrebbe voluto amare.

    L’indulgenza, unico motivo di riscatto per poveri che conducevano una vita miserabile, rendeva l’accusa di eresia suprema perdizione non solo di questo mondo ma anche dell’altro e solo le menti più illuminate sfuggirono a quel controllo dettato dalla paura, Margot fu una di queste…

Se anche voi come Monika M. amate la storia e volete saperne di più sul turbolento periodo della caccia alle streghe, potete visitare il blog dell’autrice per approfondimenti e curiosità. Inoltre per rimanere aggiornati sulle novità e nuove pubblicazioni potete visitare il suo sito-web.

Augurando il meglio a Monika, vi salutiamo lasciandovi qui sotto il link per l’acquisto di Margot ed altri suoi romanzi 🙂 Buona lettura!


Lascia un commento