La principessa di ghiaccio; Camilla Läckberg

La principessa di ghiaccio; Camilla Läckberg

La principessa di ghiaccio Book Cover La principessa di ghiaccio
Camilla Läckberg
Marsilio Editori
2010-01
458

Sinossi

Erica Falck è tornata nella casa dei genitori a Fjällbacka, incantevole località turistica sulla costa occidentale della Svezia che, come sempre d’inverno, sembra immersa nella quiete più assoluta.
Ma il ritrovamento del corpo di Alexandra, l’amica d’infanzia, in una vasca di ghiaccio riapre una misteriosa vicenda che aveva profondamente turbato il piccolo paese dell’arcipelago molti anni prima.
Erica è convinta che non si tratti di suicidio, e in coppia con il poliziotto Patrik Hedström cerca di scoprire cosa si nasconde dietro la morte di una persona che credeva di conoscere.
A trentacinque anni, con la sensazione di non sapere bene cosa volere nella vita ma stimolata da un nuovo amore, approfitta del suo status di scrittrice per smascherare menzogne e segreti di una comunità dove l’apparenza conta più di ogni cosa.
Tra gli ultimi clamorosi fenomeni del poliziesco svedese, Camilla Läckberg è stata in patria l’autrice più venduta per tre anni consecutivi; grazie ai suoi personaggi così ricchi di sfumature e alle trame attente agli aspetti più oscuri della psicologia umana è stata definita dalla critica la nuova Agatha Christie del Nord.

La principessa di ghiaccio; il primo romanzo di Camilla Läckberg, un vero e proprio talento del giallo scandinavo, che con questo libro regala agli appassionati di thriller un gioiello da tenere sempre a portata di mano.

In libreria mi sono trovata davanti al nuovo romanzo di Camilla Läckberg (sito web dell’autriceLa gabbia dorata, e ero intenzionata ad acquistarlo. Ma in parte non sono mai riuscita ad approcciarmi ad uno scrittore iniziando dal suo ultimo romanzo, e per di più avevo letto su vari forum che Camilla Läckberg “ha perso le idee”, o addirittura “ha avuto un vero e proprio tracollo”. Ciò mi ha incuriosita ancora di più, quindi ho deciso di leggere La principessa di ghiaccio, il suo primo romanzo della serie de I delitti di Fjällbacka. 

Ci troviamo in un paesino di poche anime, Fjällbacka, dove tutti sanno tutto di tutti. Questo gran chiacchierare ad Erica, la scrittrice protagonista di questo romanzo, non piace affatto. Ciò non toglie che le tornerà molto utile nel momento in cui troverà il cadavere della sua amica di infanzia, Alexandra, dentro una vasca da bagno.

Alex era una donna bellissima, amata da tutti, ma un’ombra misteriosa si aggirava intorno alla sua algida figura da tempo. Sin da quando era sparita dall’oggi al domani quando lei e Erica erano solo delle ragazzine. Senza dare una spiegazione e senza motivo, da che Erica e Alex erano abituate a passare giorno e notte assieme, lei era sparita. Perché? Tutti sembrano sapere ma nessuno parla, e Erica era troppo piccola per ricordare. Ma poi perché qualcuno poteva avere un qualche interesse nell’ucciderla a così tanta distanza di tempo? Moglie devota e benestante di un uomo borghese di buona famiglia, Henrik, che di lei però dice:

La cosa principale, per mia moglie, era non rimanere ferita. Tutto il resto, tutti gli altri sentimenti dovevano essere messi in secondo piano. Ma il problema è che, se non si permette a nessuno di oltrepassare quel muro di paura, alla fine si chiudono fuori anche gli amici.

Nessuno quindi la conosceva veramente. A quanto pare nemmeno lui:

Non le aveva mai fatto domande. Per pura codardia: temeva di avviare una serie di reazioni a catena le cui conseguenze non era pronto ad accettare. Meglio averla al proprio fianco, almeno fisicamente, mantenendo intatta la speranza di poterla possedere, un giorno, tutta intera. Era pronto a correre il rischio di non poter avere mai tutto per essere sicuro di mantenere il controllo almeno di una parte. Un frammento di Alex gli bastava. Fino a quel punto l’amava.

Qualcosa non quadra. E ad aiutare Erica nella sua indagine privata spunta fuori il poliziotto Patrik Hedström, vecchia fiamma che sin dai tempi del liceo le faceva il filo ma non aveva mai trovato modo di dichiararsi. Ce la farà ora a 30 anni suonati e passati a corteggiarla come si deve?

Camilla Läckberg ci conduce tra dolci liaison, misteri, bugie e duri interrogatori, insieme a questi due bei personaggi, alla ricerca dell’omicida di Alex. Perché, anche se la ragazza è stata trovata con le vene tagliate in una vasca da bagno, è palese che non si tratta affatto di un suicidio. Qualcuno però voleva farlo sembrare… perché? Ovviamente niente è ciò che sembra e le persone meno sospette potrebbero essere proprio gli autori del delitto. 

La principessa di ghiaccio è un romanzo estremamente piacevole che narra sì di un omicidio ma anche di complicati rapporti familiari, nuovi amori e vecchi rancori. Il primo romanzo di Camilla Läckberg ha superato di gran lunga le mie aspettative, tanto che proseguirò certamente la saga ma sono anche molto curiosa di fare un paragone con il tanto discusso “La gabbia dorata”. Voi li avete letti entrambi? Che ne pensate?

Come sempre vi lascio con un altro consiglio di lettura, dedicato agli appassionati di gialli: Sunburn di Laura Lippman.


Lascia un commento