Incipit, 2001 modi per iniziare un romanzo; Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella

Incipit, 2001 modi per iniziare un romanzo; Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella

Incipit, 2001 modi per iniziare un romanzo Book Cover Incipit, 2001 modi per iniziare un romanzo
Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella
Skira Editore
29/11/2018
589

Sinossi

Come si inizia un romanzo? Quali sono gli incipit più famosi della letteratura di tutti i tempi? Un libro da leggere, consultare, con cui giocare, che ci rivela particolari insospettabili sugli autori e i romanzi che più abbiamo amato. Sono stati raccolti gli inizi di oltre duemila celebri libri, classificati secondo generi, vizi, virtù, epoche e paesi. A leggerli, ora, sembra tutto facile, liscio come l'olio. Eppure sappiamo quanto sia duro e difficile cominciare un romanzo, posare la prima pietra di un'opera letteraria. Questo è un libro dei libri, la dimostrazione che all'inizio c'è davvero la parola e che dopo la parola (grazie alla parola) segue poi il resto.

L'introduzione al libro è di Umberto Eco.

Incipit, 2001 modi per iniziare un romanzo; Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella ci regalano un libro per capire ed imparare come ha inizio una grande storia!

Giacomo Papi, scrive e dirige la scuola di scrittura Belleville di Milano. Federica Presutto, giornalista e viaggiatrice. Riccardo Renzi, giornalista. Antonio Stella, pubblicista. Sono loro i creatori di Incipit, 2001 modi per iniziare un romanzo, edito da Skira Editore. Si tratta di un testo che si propone come una sorta di giocoso dizionario da consultare per scoprire come sono nati tanti capolavori. E come possono nascerne tanti altri.

Questo capitolo, il primo, ha unicamente lo scopo d’impedire che l’opera cominci con il secondo.

Franz Werfel – Il pianeta dei nascituri

Scegliamo innanzitutto un punto di partenza: riva o scena, porto o evento, navigazione o racconto.

Predrag Matvejevi – Breviario mediterraneo

È una vecchia abitudine, quando si scrivono dei romanzi, di cominciare dal principio.

Synnøve Christensen – Sono una donna norvegese

Tra i molti problemi che assalgono un romanziere, la scelta del momento in cui cominciare il suo romanzo non è il meno grave.

Vita Sackville-West – La signora scostumata

Ho esitato alquanto se cominciare queste memorie dal principio o dalla fine, se porre cioè in primo luogo la mia nascita o la mia morte.

Joaquim Machado de Assis – Memorie postume di Brás Cubas

È cominciato così. Io, io non avevo proprio detto nulla. Nulla. È stato Arthur Ganate a farmi parlare.

Louis-Ferdinand Céline – Viaggio al termine della notte

Cominciò per sbaglio.

Charles Bukowski – Post Office

Poche parole, frasi brevi ma essenziali per dare il giusto ritmo ed il giusto senso all’interno scritto. Niente è più bello di un inizio, quell’attimo pieno di aspettativa in cui tutto può succedere. Rappresenta uno dei momenti più cruciali di tutti gli scrittori in cui, spesso, ci si gioca l’interesse del lettore; verrà rapito o deluso?

Come vedrete in Incipit, 2001 modi per iniziare un romanzo un inizio può essere tante cose, scoprirete che può essere, addirittura, una fine.

La morte è sempre la stessa, ma ogni uomo muore alla sua maniera.

Carson McCullers – Orologio senza lancette

E così, qui dunque viene la gente per vivere; crederei piuttosto che si muoia, qui.

Rainer Maria Rilke – I quaderni di Malte Laurids Brigge

Comunque, fra poco sarò morto del tutto, finalmente.
Samuel Beckett – Malone muore

Consiglio questo libro a tutti quei booklovers alla ricerca del prossimo romanzo da divorare, perché attraverso poche righe potreste innamorarvi di un personaggio che ancora non conoscete. Lo caldeggio anche a chi è in procinto di scrivere il suo prossimo manoscritto e cerca la giusta ispirazione per dare vita ad un grande inizio!

Curiosi di scoprire quali altri progetti letterari vi aspettano? Vi consigliamo di continuare la lettura con Il filo di Nicky. 🙂

In pillole

Originalità
Utilità
Scorrevolezza

Lascia un commento