Fuad delle farfalle – Lina Maria Ugolini

Fuad delle farfalle – Lina Maria Ugolini

Fuad delle farfalle Book Cover Fuad delle farfalle
Lina M. Ugolini
Juvenile Nonfiction
Splēn edizioni
2017
272

Sinossi

"La farfalla si scosse dal gelsomino e tornò a volare. Cosa era l'amore? Era un fiore su cui posarsi o era il cielo?"

Fuad è cresciuta ma non ha mai dimenticato Jamil, perduto nel mare delle sabbie con la sua nuvola di cotone, la madre mai conosciuta, l'attentato comandato dagli "uomini neri" quando era ancora una bambina. Ma le farfalle guidano i suoi coraggiosi passi attraverso la valle delle Balene, i fiumi della Mezzaluna fertile, la penisola del Sinai e l'Iraq. Perché? Dove finirà il viaggio? La tolleranza verso tutte le religioni e la delicata fragranza della femminilità sono alcuni dei temi di questa coinvolgente avventura, sospesa tra fiaba, poesia, verità e amore... il sentimento più forte e impalpabile.

Fuad delle farfalle, scritto da Lina Maria Ugolini, è il proseguo di “Jamil e la nuvola”; un libro in cui tornano importanti tematiche come l’amicizia, l’amore e la ricerca di libertà.

Con enorme disinvoltura Lina Maria Ugolini affronta argomenti difficili puntando ad un pubblico tutt’altro che semplice da decifrare: i giovani. Numerosi infatti sono i temi su cui l’autrice si concentra e che con dolcezza e delicatezza cerca di analizzare. Leggendo “Fuad delle farfalle” vi ritroverete immersi nell’universo mussulmano, in cui la donna occupa una posizione decisamente complicata e pesante. Seguendo Fuad, la protagonista, il lettore dovrà fare i conti con argomenti spinosi come la guerra, l’intolleranza religiosa, i migranti, la violenza sulle donne e la privazione della libertà. La bravura dell’autrice sta appunto nel riuscire a parlare di determinate questioni senza mai essere scontata, angosciante o banale. Anzi, Fuad delle farfalle è una favola leggera che scorre delicata come una poesia, alla fine della quale il lettore non potrà che sentirsi arricchito e decisamente più consapevole del mondo in cui viviamo.

L’autrice:

Lina Maria Ugolini (Catania, 1963) figlia d’arte, unisce all’attività di scrittrice, poetessa e contafiabe, quella di musicologa. Ha scritto vari saggi di carattere creativo per la LIM e per Musica/Realtà privilegiando il rapporto tra testo e musica nel Novecento e lo studio del linguaggio comico degli Intermezzi nel Settecento italiano. Lavora con i maggiori compositori siciliani per i quali scrive libretti di teatro musicale e testi poetici per arie e songs. Come autrice di favole per musica e corti teatrali vince numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Ha collaborato con il Teatro Massimo Bellini, la Camerata Polifonica Siciliana, il Piccolo Teatro di Catania.

È docente titolare di Analisi delle forme poetiche e drammaturgia musicale presso il Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia. È socia del CENDIC Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea (Roma). Dirige la collana Gremese di teatro “Piccoli testi per piccoli Attori.” Ha curato vari progetti di scrittura, creativi, didattici e di divulgazione musicale per i bambini e i ragazzi delle scuole secondarie e secondarie superiori. Ha al suo attivo numerosi testi andati in scena.

Potete trovare tutti i suoi libri sul suo sito.

In pillole

Trama
Tematiche
Stile

Lascia un commento