“Fiori sopra l’inferno” di Ilaria Tuti

“Fiori sopra l’inferno” di Ilaria Tuti

Fiori sopra l'inferno Book Cover Fiori sopra l'inferno
Ilaria Tuti
Fiction
La Gaja scienza
2018
366

Sinossi

Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell’orrido che conduce al torrente, tra le pozze d’acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. Me lo dicono le tracce di sangue, me lo dice l’esperienza: è successo, ma potrebbe risuccedere. Questo è solo l’inizio.

Con toni brillanti e carichi di suspense, Ilaria Tuti, nella sua opera prima “Fiori sopra l’inferno” ci accompagna nei tortuosi ingranaggi di un thriller psicologico

Ci troviamo in Italia, immersi tra foreste e catene montuose, in un’atmosfera inquietante dove un serial killer minaccia un’intera comunità. In “Fiori sopra l’inferno” (edito da Longanesi), Ilaria Tuti, ci conduce con uno stile appassionante ed emozionante in una storia ben costruita che si snoda in un piccolo centro di montagna in Friuli.

I protagonisti, Teresa Battaglia e Massimo Marini indagano su un omicidio dai toni macabri. All’interno di un bosco innevato viene ritrovato il cadavere senza occhi di un uomo con accanto un fantoccio con i suoi vestiti.

Teresa è una prolifer e soffre di preoccupanti black out che le fanno perdere la memoria. Insieme a Massimo dovrà affrontare il terrore che incute l’assassino. Dovranno investigare su un segreto custodito in un edificio e un passato che torna prepotente intersecandosi con il presente in una miscela che rende vivo l’interesse del lettore.

Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa. Sono un commissario di polizia specializzato in profiling e ogni giorno cammino sopra l’inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. Non il corpo acciaccato dall’età che avanza, non il mio cuore tormentato. La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l’indagine. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura.

“Fiori sopra l’inferno” ha tutte le caratteristiche di un romanzo giallo, nutre la forte curiosità, a volte la morbosità di comprendere come si possa arrivare a commettere assassinii o a essere principali attori di fatti delittuosi in ambienti tranquilli, come in quello della piccola comunità di Travenì. Ilaria Tuti ricostruisce con una narrazione estremamente scorrevole dalla prima all’ultima pagina due filoni storici: il passato che va dal 1976 al 1993 e il presente. Questa scelta permette di entrare nella storia attraverso una duplice prospettiva riuscendo a soddisfare tutte le risposte e le curiosità dei lettori più arguti.

La vita faceva paura, a guardarla in faccia per quello che davvero poteva essere, ma restava sacra, inviolabile, un’avventura straordinaria che andava affrontata con il cuore a mille e un senso del meraviglioso che non poteva spegnersi nemmeno di fronte al dolore più straziante.

Guizzi di suspance fulminei, frasi e dialoghi ben strutturati calati nei contesti, tante idee. Questo e molto altro è ciò che troverete all’interno delle pagine di “Fiori sopra l’inferno”. Un libro profondo e senza sconti, dove le cose si chiamano con il loro nome, e non si respira aria fritta.

L’opera di Ilaria Tuti è più di un thriller, è un romanzo di grande impatto emotivo, in cui si avvicendano le storie dei personaggi curati, nei minimi dettagli, nell’introspezione psicologica, reali e vicini con le loro angosce, le effimere gioie e la continua vana, ricerca di felicità o almeno di stabilità. Ognuno di loro sembra reale, si ha quasi l’impressione di sentirli, di vederli e di viverli…

Ottimo lavoro per la casa editrice Longanesi che continua a scovare talenti nascosti. Speriamo solo che, attraversando lande scure e boschi tetri, non si imbattano anche loro in qualche bruto dalla violenza inaudita.. Sino ad allora onore al merito!

Curiosi di conoscere i titoli degli ultimi libri usciti in libreria? Nella sezione “Indice degli articoli” sono raccolte tutte le nostre recensioni e le novità editoriali 2018. Buona lettura 🙂

In Pillole

Suspance
Ben costruito
Scorrevole

 


Lascia un commento