Il 23 aprile si celebra la Giornata Mondiale del Libro

Il 23 aprile si celebra la Giornata Mondiale del Libro

Il 23 aprile in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale del Libro. Un’occasione per riscoprire l’amore per la lettura e molto altro

Il 23 aprile si celebra la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, un giorno per riscoprire il piacere e l’amore per la lettura. Era il 1996 quando l’UNESCO propose l’iniziativa, dando vita ad una ricorrenza considerata ancora oggi un appuntamento attesissimo nel calendario delle manifestazioni culturali italiane e internazionali.

A rendere speciale la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore è il suo spirito che coinvolge non solo gli adulti, ma soprattutto i giovani, lettori e scrittori, con l’obiettivo di sottolineare ancora una volta l’importanza dei libri nel progresso dell’umanità e il contributo che possono dare allo sviluppo sociale.

A partecipare a questa giornata dedicata alla letteratura non sono soltanto gli editori, ma anche le scuole (insegnanti e alunni), gli autori, i bibliotecari, le istituzioni pubbliche e private e le ONG che in ogni paese del mondo si mobilitano in nome della lettura.

L’appuntamento è denominato anche Giornata del libro e della rosa, questo perché il 23 aprile si celebra San Giorgio e, secondo la tradizione, in quel giorno, ogni uomo dovrebbe regalare una rosa ad una donna. Proprio per questo ancora oggi in Catalogna i librai accompagnano ogni libro venduto il 23 aprile con una rosa rossa, mentre a Barcellona la via più famosa della città, la Rambla, viene invasa da banchetti che vendono libri e rose.

giornata mondiale del libroCome ogni anno dal 2001, l’UNESCO ha anche proclamato la Capitale Mondiale del Libro. Per il 2017 la scelta è caduta su Conakry, città della Guinea premiata per il suo lavoro nella promozione e nella diffusione dei libri e della lettura. La sfida accolta dalle istituzioni di questa città è infatti grande, visto che nel paese si registra non solo la censura, ma anche un alto tasso di analfabeti, in particolare fra i giovani tra i 15 e i 24 anni.

Dalla Spagna alla Francia, passando per l’Inghilterra, gli Stati Uniti e il Giappone: in occasione della Giornata Mondiale del Libro ogni paese e città nel mondo organizza eventi e manifestazioni dedicate ai libri. In questa circostanza non poteva mancare l’Italia, patria di poeti e scrittori, dove per il 23 aprile sono già in programma moltissime iniziative. Incontri, concorsi letterari e flash-mob animeranno le giornate dei principali centri italiani con lo scopo di dimostrare ancora una volta come i libri siano dotati di un grandissimo potere. Che siano su un tablet, su un cellulare oppure su carta sono tutti dotati di un grande potere: possono farci viaggiare lontano, farci scoprire quello che non conosciamo, farci emozionare e consentirci, ancora una volta, di crescere.


Lascia un commento